Biomassa Solida

Centrali per la produzione di energia elettrica e termica da bio-masse legnose

Gli impianti per la produzione di energia termica ed elettrica sfruttano il calore generato dalla combustione di biomasse (cippato, pellet, biomasse legnose) per riscaldare un fluido termovettore necessario al funzionamento di un cogeneratore che produrrà l’energia richiesta.
La biomassa legnosa è costituita principalmente da cellulosa, lignina e in piccola parte da altri composti.
Durante la sua combustione viene liberata energia sottoforma di calore, che può essere usata per riscaldare quanto, a produrre energia elettrica.
La combustione porta a liberare energia e composti chimici come anidride carbonica, acqua, ossidi di azoto, anidride solforosa e ceneri.

Inquadramento legislativo

Il sistema produce energia elettrica ed acqua calda dalle biomasse agricole o forestali, residui di lavorazione del legno, scarti di segheria, falegnameria, mobilifici, potature delle viti e degli olivi, mais stocchi, potatura alberi da frutto, lettiere zootecniche, ecc, ecc. ed ha diritto alla tariffa omnicomprensiva di 0,28 €/Kwh immesso in rete.
Secondo l’attuale normativa tariffaria, il sistema consente quindi di ottenere il contributo unico di 0,28 €/kwh prodotto e immesso in rete.
I costi degli smaltimenti, possono essere annullati trasformandosi in utile economico significativo grazie alla vendita dell' energia elettrica prodotta da Fonti Rinnovabili e da una adeguata valorizzazione della cessione della componente termica a terzi, ove possibile.

Caratteristiche Generali

Il sistema adotta una tecnologia innovativa ad alta efficienza, basata sul generatore a biomasse capace di produrre energia elettrica da reimmettere in rete e/o per proprio uso e consumo, insieme a energia termica recuperabile dal sistema, da potere utilizzare sottoforma di acqua calda per usi civili, industriali, commerciali, terziario, ecc.
Il range di variabilità dei consumi di materiali di alimentazione (0,80-1,00 kg/ora/Kwh elettrico ceduto) è influenzato essenzialmente dal tipo e dal tenore di umidità del materiale combustibile di alimentazione.

Principio di Funzionamento

Il sistema è costituito da:
  • n. 1 sistema di alimentazione biomassa alla camera di combustione
  • n. 1 combustore a biomassa
  • n. 1 sistema di generazione dell’energia elettrica con scambiatore fumi ad alta temperatura/aria surriscaldata, compressore bistadio, doppia turbina e generatore elettrico
  • n. 1 sistema di recupero del calore residuo dai fumi di processo con ulteriore scambiatore fumi – acqua, ventilatore di estrazione, silenziatore e camino.

Il sistema prevede quindi l’utilizzo di una doppia turbina ad aria surriscaldata dove si espandono i gas surriscaldati alimentata ad aria calda, prodotta dallo scambiatore fumi-aria interno al sistema.
Le dimensioni contenute del sistema, la semplicità di installazione, l’assenza di fattori di pressione ambientale, rendono l’impianto adatto per applicazioni presso aziende agricole, industrie di medie o piccole dimensioni, e comunque per tutti quelli che intendono recuperare energia elettrica e calore in tutti quei siti in cui si possa rendere disponibile in via continuativa la materia prima di alimentazione.
Il sistema rappresenta anche una valida alternativa al recupero di materiali di scarto (residui industria alimentare quali gusci, noccioli, graspe ecc. o di attività di allevamento quali lettiere zootecniche ecc) soggetti agli obblighi di smaltimento.

Caratteristiche Tecniche

Il sistema è una unità CHP completa (Combined Heat and Power) ad alto rendimento ed utilizza “microturbine ad aria surriscaldata” alimentate da “caldaie a recupero”.
Il sistema risulta composto da un combustore a biomassa e da uno scambiatore aria/aria ad alta temperatura oltre da una unità di:
  • compressione aria
  • doppia microturbina
  • generatore sincrono con sistema di accoppiamento tramite trasmissione cinghia-puleggia.
I fumi ancora caldi in uscita dallo scambiatore sono ancora recuperati per produrre acqua calda e poi emessi in atmosfera a bassa temperatura.